Come non farsi hackerare la Smart Home

La Smart Home sta entrando a forza nella vita di tutti i giorni, semplificando notevolmente molte azioni quotidiane. Ma quasi tutti i dispositivi intelligenti funzionano grazie alla connessione internet…il paradiso degli hacker. Purtroppo gli hacker sono capaci di infettare telecamere smart e router wi-fi domestici, avendo così libero accesso alla vostra amata casa. Questo non vuol dire che si dovrebbe evitare l’uso di dispositivi domestici intelligenti. Ma semplicemente che  si dovrebbero acquistare i dispositivi con saggezza e seguire alcune semplici regole per proteggerli. Quindi, come non farsi hackerare la Smart Home?

Per non farsi hackerare la Smart Home:

1. Tenere sempre aggiornato il firmware

Una delle protezioni più importanti che puoi adottare per proteggerti dagli hacker è l’aggiornamento dei firmware. 

Ogni volta che vengono scoperti dei bug di sicurezza, i programmatori delle aziende produttrici lavorano rapidamente per correggerli, inviando subito la nuova versione del software ai loro clienti. Per cui, come aggiorni le app e lo smartphone, nello stesso modo devi aggiornare i tuoi dispositivi smart Home con l’ultima versione disponibile del firmware.

Sfortunatamente, non tutti i dispositivi domestici intelligenti offrono aggiornamenti del firmware. Quindi, prima di acquistarne uno, assicurati di controllare che l’azienda li fornisca. 

2. Proteggere il router di casa

Un’altro grave errore è quello di non proteggere il router. Questo rappresenta un invito agli hacker ad accedere ai dispositivi smart home.

Di conseguenza, devi proteggere completamente il router in modo che gli hacker non possano usarlo. Come? Ci sono diverse cose che puoi fare:

  1. Cambia la password amministratore predefinita in una nuova, che non usi da nessun’altra parte.
  2. Abilita il firewall del router e impostalo su medio o alto.
  3. Abilita la sicurezza Wi-Fi e assicurati che la password del Wi-Fi sia complessa e diversa dalle altre che utilizzi.

3. Cambiare la password predefinita del dispositivo

Uno degli errori più comuni è quello di mantenere la password predefinita, quella inserita dalla casa di produzione. Invece, una delle prime cose da fare quando si acquista un dispositivo smart è proprio quello di cambiare la password predefinita, impostandone una completamente nuova. 

Inoltre, per maggior sicurezza, ogni dispositivo intelligente dovrebbe avere una password diversa. Lo so che avere la stessa password su tutti i dispositivi è molto comodo, ma è molto più rischioso. Se un hacker la individua, poi avrebbe libero accesso ad ogni tuo dato!

Infine, la password deve essere ‘complessa/complicata’, formata fa lettere, numeri e caratteri speciali. In questo modo è più difficile hackerarla.

Non tutti i dispositivi intelligenti danno la possibilità di cambiare la password. Perciò, un’altro fattore che devi considerare quando acquisti un dispositivo smart Home, è la possibilità di cambiare la password.

La maggior parte dei dispositivi domestici smart lo consentono. Di solito basta andare nella sezione ‘Impostazioni’ nell’app mobile del dispositivo per effettuare la modifica.

4. Mantieni dispositivi Smart Home offline

Alcuni dispositivi intelligenti è meglio che non siano costantemente online. Specialmente quelli legati alla sicurezza della casa, come smart lock e lucchetti smart.

Per questo genere di dispositivi, è molto più sicuro adoperare quelli che comunicano solo via bluetooth e che richiedono l’inserimento di una password sicura per l’accesso. In questo modo, ad esempio, la serratura di casa tua si aprirà solo quando si collegherà al bluetooth del tuo telefono. Se tu sei fuori casa, la serratura rimarrà chiusa senza possibilità di essere aperta fino al tuo ritorno.

5. Attenzione ai collegamenti di terze parti

Spesso, quando colleghi più dispositivi smart tra loro, ti viene chiesto anche di dare l’accesso a servizi di terze parti come ad esempio accade con il servizio IFTTT. 

Approfondimento: IFTTT: cos’è e come funziona

In questo modo, l’hacker dovrà semplicemente violare il servizio, e avrà accesso alla tua smart home.

Per cui:

  1. Quando abiliti l’accesso per i servizi di terze parti, limita l’accesso il più possibile. 
  2. Abilita l’accesso solo a pochi servizi affidabili, che utilizzano una trasmissioni dati crittografata sicura.
  3. Abilita l’integrazione dall’app del dispositivo intelligente e non dal sito Web di terzi.

6. Proteggere lo tuo smartphone

Quasi sicuramente utilizzerai una o più app mobile per controllare e/o monitorare la smart home. Se un hacker può accedere al tuo smartphone, può accedere anche ai dispositivi domestici intelligenti.

Quindi, metti in pratica tutti gli accorgimenti per proteggere il tuo cellulare:

  1. Installa sullo smartphone solo app affidabili.
  2. Installa un’app antivirus affidabile e sicuro.
  3. Evita di connetterti alle reti Wi-Fi pubbliche con lo smartphone, spesso non sono sicure.

Articoli correlati