Garmin Vivoactive 5: recensione

Garmin ha aggiunto più funzionalità nella nuova generazione del Vivoactive. Ma allo stesso tempo ne ha tolte anche alcune. Sebbene l’orologio vanti una serie di nuovi profili sportivi, nonché le più recenti metriche di monitoraggio del sonno e della salute, perde l’altimetro barometrico del passato.

VANTAGGI

  • Schermo a colori AMOLED nitido
  • Solide modalità di tracciamento sportivo
  • Funzionalità dello smartwatch ben integrate
  • Monitoraggio del sonno con nuove funzioni

SVANTAGGI

  • L’interfaccia utente necessita di qualche miglioramento
  • Manca supporto per l’ECG
  • Mancano le funzionalità di attivazione vocale

Garmin Vivoactive 5: recensione

Dopo cinque anni di silenzio, ecco che arriva il successore del Vivoactive 4, il Garmin Vivoactive 5. E’ arrivato un pò di sorpresa, ma ha portato con sé alcune migliorie molto interessanti, prima su tutte un display AMOLED, bello, luminoso, colorato. Insieme al display, Garmin ha anche aggiunto nuovi sensori, nuove funzionalità e una durata della batteria più lunga.

Cosa c’è di nuovo nel Vivoactive 5

Confrontando il Garmin Vivoactive 5 con il precedente Vivoactive 4, emerge subito che le differenze sono enormi. Quindi, ecco tutti i principali cambiamenti:

  • E’ passato dal display MIP a AMOLED da 1,2 pollici
  • Una sola dimensione disponibile da 42 mm
  • Aggiunta la funzione Sleep Coach, compreso il supporto per il rilevamento del pisolino
  • Aggiunto il supporto per il monitoraggio HRV di notte
  • Nuovi profili sportivi
  • Passaggio dal sensore Garmin ELEVATE V3 HR al sensore ELEVATE V4 HR
  • Aggiunta la funzione Rapporto mattutino e il riepilogo giornaliero
  • Aggiunta la funzione Workout Benefit
  • Aggiunta la possibilità di creare allenamenti a intervalli sull’orologio
  • Aggiunto il supporto al sensore eBike (ANT+)
  • Aggiunto supporto per il monitoraggio delle spinte in sedia a rotelle, nonché degli allenamenti specifici per lo sport in sedia a rotelle
  • Interfaccia utente rinnovata
  • Aggiunta la possibilità di inerire foto nei messaggi di testo (solo Android)
  • Aggiunta una nuova attività di meditazione guidata
  • Rimosso altimetro barometrico
  • Rimosse le animazioni degli allenamenti in forza/yoga/ecc. (ma aggiunte mappe muscolari)
  • Durata della batteria più lunga

Design e schermo

Nonostante siano passati parecchi anni dal suo predecessore, Garmin ha scelto di non apportare eccessive modifiche a livello di design.

Il Garmin Vivoactive 5 ha mantenuto un design rotondo che racchiude una cassa in polimero disponibile solo da 42 mm. Alla cassa viene abbinato un cinturino in silicone a sgancio rapido da 20 mm. Ci sono quattro opzioni di colore tra cui scegliere: nero, blu, orchidea e ivory.

È un orologio piuttosto leggero, delicato e dall’aspetto molto minimale, pesa 36 g, quindi ha più o meno lo stesso peso del cavallo di battagli di Samsung, il Galaxy Watch 6.

La novità principale riguarda il display. Ora la cassa accoglie un moderno schermo AMOLED da 1,2 pollici, risoluzione 390 x 390, touchscreen, che si unisce ai due pulsanti fisici posti sul lato destro del case come mezzo per interagire con l’orologio.

Durante i test, dal punto di vista della visibilità, non ho riscontrato alcun problemi a leggere il display né in giornate luminose e soleggiate, né in giornate buie e nuvolose. Detto questo, hai a disposizione tre impostazioni relative allo schermo:

1) Sempre Acceso (con diversi livelli di luminosità)
2) Oscurato
3) Spento

Nonostante tu possa scegliere il tocco o i pulsanti per muoverti nel menù dello smartwatch, ci sono alcune funzioni che puoi attivare solo tramite i pulsanti, come avviare/interrompere un allenamento e utilizzare la funzione giro.

I pulsanti eseguono le seguenti attività:

  • Pulsante in alto: tocco rapido per il menu sportivo, pressione prolungata per un accesso rapido al menu dei controlli personalizzabili
  • Pulsante in basso: il tocco rapido funge da “indietro/esci”, tieni premuto a lungo per Impostazioni

Scorrendo verso destra puoi accedere al nuovo menu “Recenti”, accedendo ai widget utilizzati più di recente. Detto questo, l’intera funzione di scorrimento verso destra è in realtà personalizzabile come funzionalità “Scorciatoia”. Puoi personalizzarla in modo da accedere facilmente a qualsiasi cosa tu voglia, come, ad esempio, torcia, portafoglio, un determinato widget.

Parlando di torcia, si tratta di una torcia virtuale con tre livelli di luminosità del bianco e un livello di luminosità del rosso. Anche se non è così luminosa come quella integrata negli orologi di punta di Garmin, è perfettamente funzionale per muoversi l buio.

Dal punto di vista del quadrante, sul Vivoactive 5 puoi impostare uno dei tanti quadranti che trovi a disposizione sul dispositivo o acquistarne di nuovi dall’app store Garmin Connect IQ. I quadranti sono personalizzabili. Tuttavia, i campi dati che puoi inserire su questi quadranti è limitato. Ad esempio, hai i widget dati HRV ma non lo puoi inserire come uno dei campi dati del quadrante. E lo stesso vale anche per il tempo di recupero.

Benessere e salute

Anche se il Vivoactive 5 non è l’orologio di punta di Garmin, l’azienda non ha rinunciato a inserire sotto il cofano dello smartwatch una buona gamma di sensori fondamentali non solo per il tracciamento sportivo, ma anche per la salute e il benessere di chi indossa il dispositivo.

Ecco, quindi, che avrai un sensore ottico della frequenza cardiaca necessario non solo per il monitoraggio della frequenza cardiaca 24 ore su 24, 7 giorni su 7, ma anche per parametri quali frequenza respiratoria, stress, livello di ossigeno nel sangue e sonno.

Una cosa che trovo strana è il fatto che Garmin abbia lanciato un nuovo orologio dotandolo di un sensore ‘vecchio’. Mi spiego meglio: Vivoactive 5 monta il sensore ottico della frequenza cardiaca chiamato Elevate V4. Questo è migliore rispetto al sensore che c’era sul Vivoactve 4, ma non è l’ultima versione perché è già uscito l’Elevate V5 già integrato in Venu 3.

Inoltre, la combinazione hardware/sensore dell’orologio presente sul Vivoactive 5 non è in grado di eseguire l’ECG, né ora né in futuro.

Il sensore della frequenza cardiaca è largamente sfruttato per il monitoraggio del sonno. E qui arrivano una serie di nuove funzionalità, in particolare Sleep Coach e monitoraggio del pisolino. L’orologio è in grado di monitorare automaticamente i tempi di sonno, nonché le fasi/fasi del sonno durante la notte. Tuttavia, se dovessi fare il classico riposino pomeridiano, lo smartwatch è ora di rilevare automaticamente anche quello. I dati sul pisolino sono poi disponibili sia nella sezione Body Battery sia nel report giornaliero e sia all’interno della nuova funzionalità Sleep Coach che ha la funzione di suggerirti quanto dovresti cercare di dormire ogni notte. Parte da una base di partenza a seconda della tua età e poi ogni notte si adatterà di conseguenza.

Il Garmin Vivoactive 5 offre anche il monitoraggio dell’HRV, ossia i livelli di variabilità della frequenza cardiaca mentre dormi, ma richiede 19 notti prima che inizi a darti un risultato.

Successivamente, una volta che ti sarai svegliato, riceverai il tuo Morning Report (rapporto mattutino). Questo è stato introdotto su vari altri dispositivi Garmin nell’ultimo anno, ed ora è finalmente arrivato anche sulla serie Vivoactive. Può mostrare un elenco personalizzato di diversi widget, tra cui sonno, stato HRV, elementi del calendario, meteo e altro. Puoi anche spegnerlo se non lo desideri.

Oltre ai riepiloghi mattutini, c’è anche il riepilogo serale, ufficialmente noto come “Riepilogo giornaliero“, che viene visualizzato 2 ore prima dell’ora di andare a dormire impostata. Questo è fondamentalmente un breve riepilogo della giornata. Tieni presente che, come il Rapporto mattutino, questa è una funzionalità opzionale che puoi disattivare se lo desideri.

Software e hardware

Il Vivoactive 5 dà accesso alla maggior parte, ma non a tutto, l’ecosistema di smartwatch Garmin. E’ compatibile sia con Android che con iOS, ma alcune funzionalità sono offerte solo ai possessori di telefoni Android. Oltre a poter rispondere alle chiamate tramite SMS, ora puoi anche visualizzare nelle notifiche anche le immagini inviate tramite messaggi.

Hai accesso a Garmin Pay per i pagamenti senza contanti, puoi controllare la riproduzione della musica sul tuo telefono e hai a tua disposizione 4 GB di spazio di archiviazione da utilizzare per archiviare le tue playlist per l’utilizzo offline.

Sulla nuova generazione di Vivoactive, Garmin ha anche ottimizzato l’interfaccia utente con l’obiettivo di adattarla meglio all’utilizzo del display touchscreen. Ad esempio, è stato spostato il menu delle funzionalità dello smartwatch nella schermata di monitoraggio dell’allenamento, mentre premendo con decisione il pulsante fisico in basso si accede ora al menu delle impostazioni principali.

Monitoraggio sportivo

Anche se il Vivoactive 5 non ha lo stesso livello di dettagli sportivi di un orologio Fenix ​​o Forerunner, offre molto di più della maggior parte dei suoi concorrenti, sia in termini di profondità che di ampiezza di tali funzionalità.

Per iniziare un allenamento, basta toccare il pulsante in alto a destra per accede al menu Sport/App recentemente riprogettato. Da qui puoi scegliere quale sport desideri tracciare.

L’elenco completo delle modalità sportive disponibili al momento su Vivoactive 5 comprende: camminata, corsa, bici, forza, cardio, meditazione, bici indoor, respirazione, disc golf, ellittica, eBike, giochi, golf, handcycling, handcycling indoor, HIIT, pista indoor, acque libere, padel, pickleball, pilates, nuoto in piscina, Fila, fila indoor, sci, snowboard, racchette da neve, stepper, SUP, tennis, tapis roulant, camminata indoor, sci classico XC, yoga.

Per quanto riguarda i sensori, Vivoactive 5 supporta sia i sensori ANT+ che Bluetooth Smart, ma non comprende anche i nuovi sensori del misuratore di potenza ciclistica che Venu 3 ha appena ricevuto. Ecco l’elenco dei sensori supportati: Cuffie (dispositivi audio Bluetooth), sensori di frequenza cardiaca, velocità/cadenza, eBike, foot pod, Tempe (temperatura), luci da ciclismo ANT+, radar da ciclismo (ANT+), sensori mazze da golf.

Inoltre, vale la pena notare che Vivoactive 5 è in grado di trasmette la frequenza cardiaca tramite ANT+ e Bluetooth Smart ad app/dispositivi di terze parti, come Peloton o Zwift.

Oltre a selezionare lo sport che vuoi monitorare, ora puoi anche caricare un allenamento strutturato o creare un allenamento a intervalli personalizzati una tantum. Inoltre, nell’app Garmin Connect, hai a disposizione molti più piani di allenamento. Sono disponibili programmi di triathlon, corsa e ciclismo, oltre a quasi 100 diversi allenamenti strutturati per la palestra.

Per gli allenamenti puoi impostare avvisi per frequenza cardiaca, corsa/camminata, andatura, tempo, distanza, cadenza e calorie. Inoltre, puoi abilitare LiveTrack utile per inviare notifiche automatiche ai tuoi amici ogni volta che inizi un allenamento, inviando loro un collegamento via e-mail con la tua posizione esatta.

Dopo aver finito l’allenamento, ottieni una serie di pagine di dati di riepilogo. Ciò include il contorno del tracciato, una serie di statistiche su base metrica, statistiche di riepilogo e due nuove metriche: “Beneficio dell’allenamento” (offre alcune spiegazioni piuttosto semplici su come quell’allenamento può essere utile per cose come alleviare lo stress o aumentare i livelli di energia) e “Tempo di recupero“.

Inoltre, potrai visualizzare molte più informazioni su Garmin Connect. E, naturalmente, l’orologio invierà automaticamente tutti questi dati anche ad app di terze parti, come Strava o TrainingPeaks, se configurate.

Come fitness tracker, Vivoactive 5 conterà i passi giornalieri, ti spingerà a muoverti di più e regolerà automaticamente gli obiettivi di passi giornalieri. Sfortunatamente non include un sensore altimetro, il che significa che non avrai i dati sui piani saliti durante la giornata.

Il supporto GPS è stato aggiornato per includere una configurazione multi GNSS per migliorare la precisione del tracciamento esterno.

Sebbene l’orologio non includa la nuova tecnologia GPS, il dispositivo riesce comunque a fornire risultati affidabili e precisi.

Durata della batteria

Garmin dichiara che la durata della batteria del Vivoactive 5 varia a seconda della modalità di utilizzo:

  • Modalità smartwatch: fino a 11 giorni (5 giorni display sempre attivo)
  • Modalità Smartwatch Risparmio batteria: fino a 21 giorni
  • Modalità GNSS solo GPS: fino a 21 ore
  • Modalità GNSS per tutti i sistemi: fino a 17 ore
  • Modalità GNSS per tutti i sistemi con musica: fino a 8 ore

Il Vivoactive 5 può durare fino a 11 giorni, rispetto agli 8 giorni del Vivoactive 4 quando lo si utilizza principalmente come smartwatch. Se scegli lo schermo sempre acceso, il tempo scende a 5 giorni.

Durante i vari test effettuati, questi tempi sono risultati abbastanza in linea con quanto sostenuto da Garmin. Ovviamente, più utilizzavo il GPS più la batteria diminuiva perché il GPS è uno degli elementi che più influiscono sulla durata della batteria. Vale la pena notare che l’orologio offre anche un’opzione di risparmio batteria, nel caso tu avessi bisogno di salvare energia.