Garmin Forerunner 265: recensione

Un eccellente orologio da corsa per tutti i polsi.

Il Garmin Forerunner 265/265S è un eccellente indossabile, completo di tutto. Lo schermo AMOLED rappresenta un enorme miglioramento e fa apparire molto più elegante un orologio da corsa con un aspetto storicamente sportivo. Si aggancia velocemente al segnale GPS e la precisione è buona. Anche il sensore della frequenza cardiaca funziona bene, con tutti i dati che vengono raccolti in modo ordinato nell’app Garmin Connect.

VANTAGGI

  • Ampio set di parametri monitorati
  • Brillante schermo AMOLED
  • Comodo da indossare
  • GPS preciso

SVANTAGGI

  • Costoso
  • Manca supporto per ECG

Garmin Forerunner 265: recensione

A pochi mesi dall’uscita del Forerunner 255, Garmin ha deciso di lanciare sul mercato il suo successore, il Forerunner 265, un brillante orologio multisport completo, con un focus sulla corsa che porta con sé alcune novità come la diversa tecnologia dello schermo, dinamiche di corsa basate sul polso, Running Power basato sul polso e spazio di archiviazione musicale offline integrato. Come prima, l’orologio è disponibile in due dimensioni (42 mm e 46 mm) con alcune opzioni di colore per ciascuna dimensione.

Cosa c’è di nuovo

A prima vista, la serie Forerunner 265 potrebbe sembrare solo una versione AMOLED del Forerunner 255 dato che alcune delle nuove funzionalità software arriveranno anche sul 255 tramite un aggiornamento software. Ma c’è un parametro importante che è stato aggiunto ai nuovi modelli e che non ci sarà sui vecchi: la preparazione all’allenamento.

Nel dettaglio, ecco tutte le differenze tra Forerunner 255 e Forerunner 265/265S:

  • Display AMOLED sempre attivo
  • Aggiunto il controllo touchscreen
  • Due dimensioni, 42 mm e 46 mm (in precedenza l’FR255 aveva una cassa da 41/46 mm)
  • Dimensioni del display ora sono 1,1” per il 42 mm e 1,3” per il 46 mm (come prima)
  • Spessore dell’orologio diminuisce da 12,9 mm a 12,4 mm
  • Risoluzione del display per il 42 mm aumenta da 218x218px a 360x360px
  • Risoluzione del display per il 46 mm aumenta da 260x260px a 416x416px
  • Peso diminuisce da 49g a 47g per il 46mm, e rimane a 39g per il 42mm
  • Aggiunto spazio di archiviazione musicale offline
  • Aggiunta la funzionalità di preparazione alla formazione (enorme set di funzionalità!)
  • Aggiunte dinamiche di corsa integrate (ad esempio rapporto verticale, tempo di contatto con il suolo, ecc…) senza alcun sensore
  • Supporto Physio TrueUp 2.0 (Unified Training Status, anche se ora lo fa anche Forerunner 255)
  • Diversa durata della batteria
  • Nessun hardware ECG interno

NOTE: A parte le dimensioni, la durata della batteria e le dimensioni dello schermo, i Forerunner 265/265S sono identici. Pertanto, quando nominerò “Forerunner 265”, farò riferimento a entrambe le versioni, a meno che non specifichi diversamente.

Design

Iniziamo questa recensione della serie Forerunner 265S/265 parlando del design. Esteticamente non presenta molto di diverso rispetto gli altri orologi da corsa di Garmin. La cassa è sempre rotonda, disponibile in due misure, 42 mm e 46 mm per meglio adattarsi alle dimensioni dei polsi maschili e femminili.

La cassa è abbellita lateralmente da 5 pulsanti di controllo. I tre pulsanti sul lato sinistro servono principalmente per la navigazione nei menu. Mentre i due pulsanti sul lato destro servono per dare conferma e il ritorno/uscita (oltre all’avvio/arresto) dalla schermata. Puoi anche tenere premuto a lungo uno qualsiasi di questi pulsanti per ulteriori funzioni, inclusa la possibilità di assegnare scorciatoie per l’accesso rapido.

Per il controllo del dispositivo, oltre ai pulsanti, sul 265 è stata aggiunta l’opzione touchscreen che puoi completamente disabilitare se non ti piace, senza alcun impatto sulle funzionalità. Tramite i controlli touch, puoi praticamente fare tutto tranne avviare/interrompere un allenamento e premere il pulsante giro.

Per impostazione predefinita, tutti i profili sport hanno la funzione touchscreen disabilitata durante un allenamento. Ciò significa che puoi abilitarla su tutta la linea durante gli allenamenti oppure puoi abilitarla individualmente su un singolo profilo sportivo.

Display

Nel Garmin Forerunner 265 il cambiamento principale è la tecnologia del display. Lo schermo MIP a colori leggermente datato e a bassa risoluzione (260 x 260, o 218 x 218 per il 255S) è stato sostituito con un AMOLED nitido e preciso (416 x 416 per la versione da 46 mm, o 360 x 360 per il modello da 42 mm). Si tratta di un enorme aumento della luminosità e della qualità del display, perfettamente visibile sia sotto la luce diretta del sole che in condizioni di scarsa luminosità.

In termini di luminosità dello schermo, questa la si può regolare tramite le impostazioni di luminosità a seconda dei diversi momenti della giornata (sonno/allenamento/resto della giornata). Ad esempio, c’è la modalità notturna non disturbare che riduce drasticamente la possibilità che il display si accenda in modo luminoso, a meno che non si premano fisicamente i pulsanti per abilitarlo.

Come tutti gli orologi Garmin, il quadrante del display è completamente personalizzabile, in due modi. Il primo modo è scegliere uno dei quadranti già presenti sull’unità e quindi personalizzare individualmente ciascun componente (ad esempio campi dati/complicazioni, colorazione, stile, ecc…). Oppure, puoi accedere all’app store Connect IQ di Garmin, e scegliere uno dei numerosi quadranti disponibili, compresa la possibilità di creare il tuo quadrante con immagini/foto personali. Qui puoi scegliere quali widget vengono visualizzati, l’ordine in cui vengono visualizzati e persino scaricare widget di terze parti.

Hardware

Non esiste più un modello “Music” con spazio di archiviazione integrato. Ora entrambi gli orologi Forerunner 265 hanno 8 GB di memoria integrata, il doppio dei 4 GB presenti sui modelli “Music” dell’ultima generazione. Dovrebbe essere oggettivamente positivo, tranne per il fatto che ora non esiste più un’opzione più economica senza spazio di archiviazione per coloro che corrono con un telefono.

Sensore frequenza cardiaca

Molte metriche rilevate dall’orologio Garmin derivano dai dati acquisiti tramite il sensore ottico della frequenza cardiaca situato nella parte inferiore del Forerunner 265. Questo sensore ottico funziona 24 ore su 24, 7 giorni su 7, registrando costantemente dati ben oltre la semplice frequenza cardiaca. Ciò include cose come il calcolo della frequenza respiratoria, dell’HRV, la Body Battery e i livelli di ossigenazione del sangue (se abilitato). Il Forerunner 265 utilizza il sensore Elevate V4 di Garmin.

Sfortunatamente, nonostante Garmin abbia introdotto l’ECG sul alcuni modelli come la serie Venu 2 Plus, non è presente alcun hardware ECG nel Forerunner 265.

Tuttavia, nel 265, Garmin ha aggiunto il Training Readiness, che ha lo scopo di capire se dovresti allenarti (e con quale intensità). Questa tiene conto del sonno, allenamenti, stress.

A proposito di sonno, Forerunner 265 monitorerà automaticamente i parametri del sonno ogni notte. Questo è approssimativamente raggruppato in tre campi. Il primo è quanto tempo dormi, il secondo sono le fasi del sonno (ad es, REM/Profondo/Leggero/Sveglio) e il terzo è il punteggio del sonno.

Il Forerunner 265 include il monitoraggio dell’HRV e viene misurato costantemente durante la notte. Garmin rileva letture costanti, quindi le visualizza con incrementi di 5 minuti all’interno del grafico della sequenza temporale HRV.

Tuttavia, questo riguarda i valori HRV notturni. Questi sono interessanti, ma non così utili come tracciarli nel tempo. Ecco dove entra in gioco la funzione Stato HRV di Garmin. Ciò richiede 19 notti di dati prima che inizi il monitoraggio, poiché stabilirà la tua linea di base. Questa linea di base è unica per te e cambierà lentamente nel tempo in una finestra mobile di 90 giorni.

Ad attenderti alla mattina troverai il Morning Report di Garmin. Questa mostra una piccola raccolta di dati rilevanti per la giornata. Include lo stato HRV, la preparazione all’allenamento, il sonno, gli allenamenti pianificati, il meteo e altro ancora. Puoi personalizzarlo con i dati che desideri o disabilitarlo completamente.

Farà anche cose come augurarti un buon compleanno, buona fortuna per una gara programmata e una serie di altre cose durante tutto l’anno.

Tracciamento sportivo

Quando si tratta di orologi Garmin, la quantità di funzionalità sportive è sconcertante, così come lo è il potenziale di combinazione tra tali funzionalità. Hanno tutto, dal carico di allenamento al recupero, allenamenti personalizzati, percorsi, ritmo di gara e molto altro.

Per iniziare un allenamento dovrai premere il pulsante in alto a destra che farà apparire un elenco di sport: Corsa, Corsa su pista, Corsa ultra, Corsa virtuale, Tapis roulant, Pista indoor, Trail Run, Tapis roulant, Bici, Bici indoor, eBike, MTB, eMTB, Nuoto in piscina, Acque libere, Escursione, Sci, Snowboard, Sci classico XC, SUP, Fila, fila al chiuso, camminata, forza, cardio, HIIT, yoga, pilates, respirazione, ellittica, stepper per scale, orologi, arrampicata su pavimento, triathlon.

Per ciascuno di questi profili sportivi è possibile personalizzare le pagine dati, i campi dati, le impostazioni di avviso di zona e anche le impostazioni accessorie. Sono inoltre disponibili varie pagine con grafici e indicatori. Una volta che avrai personalizzato tutto secondo le tue esigenze, sarai pronto per iniziare il tuo allenamento e se hai richiesto un allenamento strutturato da piattaforme come Training Peaks, TrainerRoad, Garmin Connect Calendar, ecc… te lo mostrerà.

Una novità per Forerunner 265 è la Running Dynamics (dinamica di corsa) basata sul polso. A dir la verità le Running Dynamics non sono proprio una novità, ma ora non richiedono più un sensore esterno. Le dinamiche di corsa danno informazioni su tempo di contatto con il suolo e oscillazione verticale.

Il Forerunner 265 non ha la mappatura integrata. Tuttavia, puoi importare percorsi da Garmin Connect, file GPX o qualsiasi sito connesso di terze parti. Una volta caricato, seguirai una traccia sul percorso. L’orologio ti avviserà su quanto manca alla svolta successiva e di solito quanta distanza rimane sul percorso.

Una volta terminato l’allenamento riceverai un riepilogo sull’orologio in una serie di pagine grafiche. E se vuoi più dettaglio, basta andare su Garmin Connect (app o sito Web). Inoltre, se disponi di app di terze parti come Strava, i dati verranno sincronizzati anche lì.

Sensori

Parlando di sensori, il Forerunner 265 offre lo stesso ampio set di sensori presenti sul Forerunner 255. Quelli che non sono supportati in modo nativo sono supportati tramite le app Connect IQ sull’orologio. Ad esempio, puoi aggiungere app per il campo dati del sensore di temperatura corporea Core, app per il rilevamento dell’idratazione NIX o app per sensori aerodinamici del ciclismo e così via. Per quanto riguarda i sensori nativi, questi sono: eBike (ANT+), display esteso (ANT+), FC esterna (ANT+ e Bluetooth Smart), footpod (ANT+ e Bluetooth Smart), cuffie (Bluetooth), luci da ciclismo (ANT+), alimentazione (ANT+ e Bluetooth Smart), radar da ciclismo ( ANT+), RD Pod (ANT+), Smart Trainer (ANT+), Velocità/Cadenza (ANT+ e Bluetooth Smart), Tempe (ANT+), VIRB (ANT+).

Treaning Readiness

Il precedente Forerunner 255 disponeva del set di funzionalità Garmin “Training Status”. Il nuovo Forerunner 265, invece, integra la suite “Training Readiness”. Per essere chiari, entrambe le funzionalità sono presenti nel Forerunner 265 e si completano a vicenda.

L’idea con Training Readiness è quella di prendere un insieme di elementi e capire se e quanto sei pronto per allenarti in quel preciso istante della giornata. Il valore cambia durante il giorno (più alto se non fai nulla, più basso se fai un allenamento). Il punteggio considera vari parametri: qualità del sonno, tempo di recupero, stato HRV e stress.

  • Training Readiness: la preparazione all’allenamento è la metrica più importante. combina sonno, tempo di recupero, stato HRV e stress in un’unica misurazione e stima quanto sei pronto per un allenamento.
  • Training Status: considera parametri quali la variabilità della frequenza cardiaca, la cronologia di allenamento e le prestazioni recenti per darti un’idea se l’allenamento fatto è produttivo, molto intenso o troppo faticoso.

Altre funzioni

Sotto il cofano del Forerunner 265 non mancano le funzionalità relative agli smartphone.

Lo smartwatch Garmin è in grado di ricevere le notifiche dello smartphone come le hai configurato dal tuo telefono. Tieni presente che con un dispositivo iOS non puoi rispondere a queste notifiche a causa delle limitazioni imposte da Apple.

L’orologio supporta sia Garmin Pay che la musica offline. Puoi aggiungere musica offline da Spotify, Amazon Music e Deezer, nonché MP3 e podcast.

Durata della batteria

Quando si tratta della durata della batteria, le specifiche di Garmin sono:

Forerunner 265S:

  • Modalità smartwatch: fino a 15 giorni
  • Modalità smartwatch (display sempre attivo): fino a 5 giorni
  • Modalità GNSS solo GPS: fino a 24 ore
  • Modalità GNSS SatIQ (AutoSelect): fino a 18 ore
  • Modalità GNSS per tutti i sistemi + Multi-banda: fino a 15 ore
  • Modalità GNSS solo GPS con musica: fino a 7,5 ore
  • Modalità GNSS SatIQ (AutoSelect) con musica: fino a 7 ore
  • Modalità GNSS per tutti i sistemi + Multibanda con musica: fino a 6 ore

Forerunner 265:

  • Modalità smartwatch: fino a 13 giorni
  • Modalità smartwatch (display sempre attivo): fino a 5 giorni
  • Modalità GNSS solo GPS: fino a 20 ore
  • Modalità GNSS SatIQ (AutoSelect): fino a 16 ore
  • Modalità GNSS per tutti i sistemi + Multi-banda: fino a 14 ore
  • Modalità GNSS solo GPS con musica: fino a 7 ore
  • musica: fino a 6,5 ore
  • Modalità GNSS per tutti i sistemi + Multibanda con musica: fino a 6 ore

La ricarica viene effettuata tramite il nuovo cavo di ricarica USB-C Garmin incluso nella confezione. Non c’è ricarica wireless qui.

Per quanto riguarda il tempo di ricarica, è poco più di un’ora per ottenere una ricarica completa.