Fujifilm Instax Mini Evo: recensione

Una fantastica fotocamera ibrida che ti regala l'esperienza di una fotografia digitale con il divertimento di una fotocamera istantanea.

La Fujifilm Instax Mini Evo è un’ottima scelta per fotografi alle prime armi. La sua intuitività e facilità di utilizzo è l’ideale per i principianti che vogliono liberarsi del proprio smartphone per sperimentare le brezze di una vera fotocamera digitale. E grazie ai suoi numerosi filtri e effetti speciali integrati potrai dare libro sfogo alla tua creatività.

VANTAGGI

  • Intuitiva e facile da utilizzare
  • Ampia varietà di filtri e effetti speciali
  • Possibilità di scegliere quale foto stampare
  • Possibilità di stampare anche le foto sullo smartphone

SVANTAGGI

  • Scarsa risoluzione per le immagini
  • Nessun mirino
  • Nessun avviso che la carta fotografica si sta esaurendo
  • Costosa

Fujifilm Instax Mini Evo: recensione

La Fujifilm Instax Mini Evo è una fotocamera istantanea digitale ibrida. Combina un fantastico design retrò con funzionalità digitali moderne per fare davvero di tutto: scattare foto, applicare filtri alle foto e produrre vivaci stampe istantanee. Ha la connessione Bluetooth, memoria integrata, uno schermo LCD, un sensore CMOS e uno specchio per selfie. E’ un modello compatto, leggero, facile da usare e altamente portatile, il che lo rende perfetto per i viaggi o per l’uso in movimento.

Fino a questo momento, la Evo è la migliore fotocamera Instax Mini di Fuji. E, nonostante costi circa il doppio rispetto alla Mini 12, le numerose funzionalità incluse giustificano sicuramente il prezzo più alto.

Design e display

Design classico, elegante e senza tempo su un corpo snello e compatto. La Fujifilm Instax Mini Evo è una delle fotocamere istantanee più belle lanciate sul mercato delle macchine fotografiche. Con un tuffo nel passato, sfoggia un design di ispirazione retrò in ricordo dei vecchi modelli a pellicola che erano un punto di orgoglio per Fujifilm.

Il corpo macchina è ricoperto da una superficie in ecopelle nera circondata da una cornice argentata di plastica robusta per rendere il dispositivo più leggero e più facile da impugnare e maneggiare.

Sul lato anteriore è posizionato l’obiettivo che sporge solo leggermente, quindi non sarà un problema riporre la Evo nella tasca della giacca. L’obiettivo è dotato anche di un quadrante che, però, non serve per la messa a fuoco ma per scorrere tra i 10 effetti creativi obiettivo.

La parte anteriore della fotocamera ospita anche uno specchio selfie che funge anche da secondo pulsante di scatto.

Il lato superiore della fotocamera ospita un pulsante di scatto che può essere utilizzato anche per la messa a fuoco automatica, una rotella che funge da selettore delle modalità utile per scegliere uno dei 10 effetti pellicola e una leva che attiva la stampa.

Al posto del mirino, sul lato posteriore trovi un display LCD a colori TFT da 3,0 pollici per aiutare nell’inquadratura di soggetti e panorami prima di scattare. Lo schermo non è touchscreen, ma dovrai utilizzare i vari pulsanti per scorrere il menu e modificare le impostazioni.

La parte inferiore ospita un attacco a cui puoi aggiungere accessori come, ad esempio, un flash esterno e una attacco per treppiede standard.

Come le vecchie macchine fotocamere a pellicola, la parte posteriore della Evo si apre per inserire la cartuccia. Dopodiché, basta effettuare una stampa di prova, è tutto sarà pronto per il tuo divertimento.

Qualità fotografica

Come per qualunque macchina fotografica, anche nelle fotocamere istantanee ibride come la Mini Evo, la qualità dell’immagine è fondamentale.

La Fujifilm Instax Mini Evo è dotata di un sensore di immagine da 4,9 megapixel, abbinato a un obiettivo F2.0 integrato da 28 mm (equivalente) e a un sensore CMOS da 1/5 di pollice.

Se hai un iPhone o altro smartphone di ultima generazione, questi 4,9 megapixel non ti lasceranno a bocca aperta. E, per essere onesti, le caratteristiche della Mini Evo fanno sì che la fotocamera sia più orientata alla creatività che alla fotografia di fascia alta. Tuttavia, dato che si tratta di un modello rivolto alla stampa istantanea in un formato piuttosto piccolo (86 x 54 mm), la qualità dell’immagine è comunque buona.

Con la Mini Evo puoi impostare l’esposizione, il bilanciamento del bianco, i filtri dell’obiettivo e per effetti speciali, regolare la saturazione e altro ancora. Fujifilm Evo si vanta per essere in grado di offrire 100 diverse combinazioni di effetti. Grazie a questa varietà di filtri ed effetti, le immagini risulteranno straordinarie in quasi qualsiasi situazione producendo anche stampe di alta qualità. Ovviamente devi fare attenzione alla luce. Dovrai avere una buona luminosità ambientale per riuscire ad ottenere buoni scatti. Fortunatamente è dotata anche di un flash incorporato che aiuta in situazioni di scarsa illuminazione.

Perché acquistare la Mini Evo

A prima vista questa fotocamera potrebbe apparire ‘standard’. Nel senso che non fa nulla che anche altre fotocamere non siano in grado di fare.

Tuttavia, sotto il cofano la Evo combina funzioni base con funzioni più avanzate dove al centro viene messo l’utente. Fondamentalmente, la Instax Mini Evo consente non solo di scattare buone fotografie, ma anche di stampare le foto che si desidera stampare. Due cose  che non sempre vanno a braccetto. In altre parole, acquistando la Mini Evo potrai scattare e scattare finché non ottieni la foto come la vuoi tu. E lo schermo LCD ti aiuterà in questo perché potrai visualizzare in anteprima gli scatti prima di inviarli alla stampa. Una volta ottenuto lo scatto perfetto, potrai decidere se stamparlo oppure no, riservandoti anche la possibilità di effettuare la scelta in un momento successivo (quando vuoi tu).

Memoria integrata

Le pellicole della Fujifilm Mini Evo non è molto capiente. In genere puoi scattare solo 10 foto per cartuccia. Tuttavia, il bello del design ibrido è che puoi continuare a scattare anche se hai finito la pellicola.

L’Instax Mini Evo ha una memoria integrata di circa 40-45 scatti, ma è presente anche uno slot per estendere la memoria con un schede microSD.

Utilizzo della Mini Evo

La fotocamera è progettata per essere intuitiva e facile da utilizzare. Se non hai mai usato una fotocamera DSLR o Mirrorless, ti basterà accendere la Mini Evo, inquadrare e scattare. La macchina farà tutto il resto: messa a fuoco, calcolo dell’esposizione e realizzazione di una foto. Dopo aver scattato, la foto viene visualizzata sullo schermo LCD e potrai scegliere di stamparla azionando la leva di stampa. Poco dopo, dallo slot uscirà una foto istantanea.

Sono presenti due pulsanti di scatto, uno superiore e uno anteriore. Ciò rende naturale lo scatto con la fotocamera sia in orientamento orizzontale sia in verticale e sia nei selfie.

Se, invece, sei già un fotografo provetto, puoi sfruttare i pulsanti aggiuntivi posti sulla parte superiore e posteriore della fotocamera per controllare l’esposizione, il flash, il bilanciamento del bianco, i filtri degli effetti speciali e altro ancora. Puoi dare alla foto un’infinità di look differenti: aberrazione cromatica, immagini specchiate, simulazioni di film vividi, sottoesposizione, saturazione, perdite di luce artificiale…l’elenco potrebbe continuare all’infinito.

Connettività

Una grande caratteristica della Fujifilm Instax Mini Evo è la connettività Bluetooth integrata. Ciò significa che puoi associarla allo smartphone e, tramite l’app Instax Mini Evo Direct Print, stampare le immagini direttamente dal tuo telefono.

Se stampi dalla fotocamera, il processo di stampa è molto veloce e impiega circa 20 secondi per stampare e poi circa 2-3 minuti per lo sviluppo completo dell’immagine.

L’app per smartphone Fujifilm Instax Mini Evo

Per ottenere il massimo dalla Evo, è necessario scaricare l’app gratuita abbinata. Questa è disponibile sia per Android che per iOS e funziona brillantemente con entrambi i sistemi operativi.

La sua interfaccia utente è intuitiva e facile da usare. Dall’app è possibile attivare da remoto la fotocamera per scattare una foto, modificare le impostazioni del flash e attivare l’autoscatto.

Tramite l’app è possibile anche modificare la foto all’interno dell’app prima di inviarla alla stampa. Offre la possibilità di ritagliare, ingrandire, ruotare, aggiungere filtri e persino correggere luminosità, contrasto e saturazione. Questo è fondamentale per modificare un’immagine e ottenere la migliore stampa Instax possibile.

L’app è anche in grado di trasferire e salvare le immagini stampate dalla fotocamera sullo smartphone. Inoltre, l’app consente di stampare le immagini salvate sullo smartphone direttamente sulla pellicola Instax nella Mini Evo.

Batteria

La batteria interna non può essere rimossa o scambiata, ma è abbastanza buona e gestisce circa 100 immagini con una carica completa. Inoltre, quando è scarica, bastano 3 ore per ottenere una ricarica completa.

Per chi è la Instax Mini Evo

La Mini Evo di Fuji è un’ottima fotocamera per i principianti della fotografia, ma al prezzo di 220 euro circa, non è sicuramente la fotocamera istantanea più economica sul mercato.

Tuttavia, è una macchina fantastica se ami divertiti con filtri e effetti speciali, poiché ci sono oltre 100 combinazioni differenti da utilizzare per mettere alla prova la tua creatività. E’ anche super compatta e facile da usare. Inoltre, le foto che realizza sono adorabili e, in caso contrario, puoi sempre modificare le impostazioni e riprovare lo scatto.

In ogni caso, se sei pronto a fare il grande passo e mettere da parte lo smartphone per prendere in mano una macchina fotografica, la nostra guida sulle migliori fotocamere per principianti potrebbe aiutarti a trovare l’opzione perfetta per te.