Fitbit Charge 6: recensione

Piccolo, leggero, un tracker eccellente

Fitbit Charge 6 è uno dei migliori fitness tracker che puoi acquistare. Non ci sono molti aspetti negativi da evidenziare. Offre molte delle funzionalità di salute e fitness che otterresti da un dispositivo più costoso e finalmente, si inizia a vedere l’impatto di Google sul dispositivo grazie all’integrazione di Google Maps, Google Wallet e YouTube Music.

VANTAGGI

  • Elegante
  • Ampia gamma monitoraggi
  • Ottime prestazioni
  • Oltre 40 modalità di allenamento
  • Integrazione di alcune app di Google

SVANTAGGI

  • GPS a volte poco preciso
  • Manca Google Assistant
  • Compatibilità limitata con app musicali

Fitbit Charge 6: recensione

Fitbit Charge 6 non è uno smartwatch, ma cerca di essere più di un semplice fitness tracker. E’ l’ultima versione del braccialetto fitness di Fitbit e ora si inizia a vedere l’impatto di Google sul dispositivo. Il nuovo Charge 6 porta con sé l’integrazione di Google Maps, Google Wallet e YouTube Music. Inoltre, ora richiede l’utilizzo di un account Google (rispetto al precedente account Fitbit).

Cosa c’è di nuovo rispetto Charge 5

Fitbit Charge 6 è davvero il primo dispositivo della serie Charge proveniente dall’unione dei punti di forza di Google e Fitbit. Pertanto, quando si tratta delle nuove funzionalità del braccialetto fitness, molte sfruttano le app di Google. Ecco un elenco completo delle novità/modifiche rispetto a Charge 5:

  • Sulla cassa è stato aggiunto un pulsante fisico laterale
  • E’ stato aggiunto un nuovo sensore di frequenza cardiaca
  • 20 nuove modalità di esercizio/sport ed è possibile memorizzare tutte le modalità di allenamento sull’orologio (in precedenza erano solo 6)
  • Sono stati aggiunti i controlli di YouTube Music
  • E’ stato aggiunto il supporto a Google Wallet
  • E’ stata integrata Google Maps
  • Aggiunta la funzione di accessibilità “Zoom Magnifier”
  • L’app Fitbit è stata rinnovata ed è disponibile sia per iOS che per Android

Naturalmente, tutte queste implementazioni si aggiungono all’ampio set di funzioni già esistenti su Charge 5, come il monitoraggio delle attività giornaliere, il monitoraggio del sonno, le notifiche dello smartphone, GPS integrato, supporto ECG, monitoraggio della temperatura cutanea e monitoraggio SpO2.

Design e display

Il design della linea Charge non è cambiato molto nel corso degli anni. È sempre rimasto un semplice cinturino di larghezza uniforme che avvolge un piccolo display verticale. Tuttavia, sotto l’abituale estetica si nascondono alcuni dettagli importanti.

Il Fitbit Charge 6 è dotato di un alloggiamento in alluminio opaco che può essere nero, argento o “Champagne Gold”, a seconda del modello scelto. Lateralmente c’è l’unico pulsante fisico del dispositivo. Serve per riattivare lo schermo e andare alla schermata principale mentre navighi nel software.

Il cinturino ospita un display AMOLED, che può essere configurato come sempre attivo o basato sui gesti. Per impostazione predefinita, è basato sui gesti. Questo significa che quando abbassi il polso, il display si spegne e diventa nero. Ma una volta che alzi nuovamente il polso, si illuminerà di nuovo. Mentre in modalità sempre attiva, il display si oscura quando si abbassa il polso.

Per quanto riguarda la visibilità del display, questa è fantastica in condizioni di sole splendente. Il controllo del dispositivo, oltre che tramite il pulsante laterale, avviene anche tramite touch e funzioni egregiamente.

Il Fitbit Charge 6 è molto comodo da indossare. La custodia a basso profilo non ha spigoli vivi e il cinturino in silicone incluso è molto morbido.

Google Maps, Pagamenti e YouTub Music

Google ha acquisito Fitbit nel 2021, ma fino ad ora avevamo visto le conseguenze solo sul Pixel Watch. Adesso anche Charge 6 viene fornito con alcune app Google integrate: Google Maps, Google Wallet e YouTube Music, e ora è necessario un account Google per accedere all’app Fitbit.

Per utilizzare Google Maps devi avviare la navigazione tramite l’app Fitbit, che a sua volta si collegherà all’app Google Maps sul tuo telefono. L’app Google Maps deve essere autorizzata e collegata al tuo Fitbit. Inoltre, il telefono deve essere aperto con l’app Google Maps in uso. Il tutto funziona allo stesso modo sia su Android che su iOS. Pertanto, per utilizzare la funzione, bisogna inserire la destinazione desiderata su Google Maps del telefono e su Charge 6 si riceveranno aggiornamenti in stile notifica ogni volta che c’è una nuova svolta.

L’app YouTube Music funziona essenzialmente da telecomando. Puoi riprodurre, mettere in pausa, saltare e sfogliare la musica. La funzionalità è ottima, ma non esiste un controller multimediale generico per ciò che viene riprodotto sul tuo telefono. Quindi, o YouTube Music o niente. Inoltre, tieni presente che non c’è il supporto per la musica offline e che per funzionare l’app YouTube Music deve essere aperta sul tuo smartphone.

Google Wallet funziona in modo molto simile a come funziona sugli smartphone e ticonsente di utilizzare le tue carte di credito/debito. Tieni presente che questa app è leggermente diversa rispetto Google Pay, poiché è legato a un telefono Android. Per iniziare, apri l’app Fitbit sul tuo telefono, quindi scegli “Google Wallet” dall’elenco dei riquadri sotto Charge 6. Da lì puoi accedere e autorizzare le carte a cui desideri accedere sul tuo Charge 6.

Poiché NFC non è sempre attivo, devi scorrere verso il basso dal quadrante dell’orologio e aprire manualmente Wallet ogni volta che desideri utilizzarlo. Questo non è un grosso problema, ma è un po’ fastidioso inserire il pin a quattro cifre su uno schermo così piccolo.

Monitoraggio della salute

Nonostante sia un fitness tracker, il Charge 6 nasconde anche ottime funzionalità legate all salute di chi lo indossa.

Integra un’app ECG in grado di rilevare ritmi cardiaci irregolari e inviare notifiche di una possibile fibrillazione atriale. Ha anche un sensore EDA capace di rilevare i cambiamenti elettrici della pelle aiutando la comprensione dei livelli di stress. Alla fine ottieni un punteggio di gestione dello stress (1-100) che è formato da tre elementi:

  • Reattività (fino a 30 punti): proviene dai dati sulla variabilità della frequenza cardiaca (HRV), i dati sulla frequenza cardiaca a riposo e i dati EDA della pelle;
  • Sforzo (fino a 40 punti): esamina i passi giornalieri, le attività settimanali e il punteggio di fatica fisica;
  • Modelli di sonno (fino a 30 punti): esamina la fase REM e il sonno profondo della notte precedente, il debito di sonno nel tempo e l’irrequietezza durante la notte.

Il monitoraggio del sonno è una parte importante della salute. Trovi un sacco di informazioni interessanti sulle fasi del sonno, sulla frequenza cardiaca durante il sonno e sulla variazione dell’ossigeno, grazie al sensore della frequenza cardiaca, al pulsossimetro SpO2 e al nuovo algoritmo di apprendimento automatico.

Con la sottoscrizione di un abbonamento Fitbit Premium ottieni anche altre interessanti funzioni, come il punteggio di Recupero Giornaliero. Questo punteggio è essenzialmente una sintesi su come sei pronto per affrontare la giornata, compreso il sonno della notte scorsa, le tendenze del sonno, le tendenze dell’esercizio fisico e altro ancora.

Tracciamento sportivo

Per quanto riguarda il lato fitness, Charge 6 ottiene solo un modesto aggiornamento. Per cominciare, offre oltre 40 modalità di allenamento tra cui scegliere, un bell’aumento rispetto le sole 6 del Charge 5.

Quando non ti alleni attivamente, Charge 6 tiene traccia anche dei passi, della distanza, delle calorie bruciate e dei Minuti in zona attiva, che ti dicono quanto tempo trascorri nelle diverse zone di frequenza cardiaca.

È molto facile iniziare a monitorare un’attività con il braccialetto fitness anche perché è davvero efficace nel riconoscere automaticamente le attività. Tuttavia, dagli allenamenti automatici non ottieni tante informazioni quanto quando li avvii manualmente. Ad esempio, il GPS non viene tracciato negli allenamenti automatici.

In termini di GPS, il Charge 6 ha un GPS integrato, ma può anche sfruttare automaticamente il segnale GPS del telefono collegato per una migliore precisione. Questo può essere attivato nelle impostazioni generali del dispositivo.

Una volta completato l’allenamento, vedrai un breve riepilogo sul Charge 6, ma anche sull’app Fitbit, dove potrai visualizzare il percorso totale (se basato su GPS), nonché il battito cardiaco, i dati sulla frequenza, dati sull’andatura/velocità e altro ancora.

A proposito della frequenza cardiaca, una delle nuove funzionalità di Charge 6 è la sua capacità di trasmettere la frequenza cardiaca a dispositivi/app di terze parti come Peloton. Tuttavia, per il momento, questa nuova funzionalità non funziona molto bene.

Durata della batteria

Per quanto riguarda la durata della batteria, Fitbit dichiara 7 giorni in modalità di visualizzazione basata sui gesti e circa 2 giorni in modalità sempre attivo. Nei test, questi valori risultano abbastanza confermati.