Cuscino allattamento: quale scegliere nel 2024

I cuscini per l’allattamento sono un magnifico tuttofare per le neo-mamme. Sostengono il bimbo durante l’allattamento, prevengono tensioni e dolori alla schiena della mamma e fungono da nido accogliente per il piccolo. Il mercato offre svariati modelli. Di seguito una panoramica dei migliori con tanti utili consigli su come utilizzarlo al meglio.

Cos’è un cuscino per l’allattamento

Un cuscino per l’allattamento è un prodotto per l’infanzia molto apprezzato dalle neo-mamme. Si tratta di un cuscino particolare disponibile in diverse dimensioni e forme (a forma di C o U, mezzaluna, banana, allungato), riempito con un’imbottitura morbida che può essere posizionato in modo flessibile intorno e contro il corpo a seconda della necessità per il supporto sia del piccolo che della mamma.

Un buon cuscino per allattamento può essere utilizzato per soddisfare una moltitudine di bisogni:

  • Può essere usato come traversina laterale permettendo di adottare una comoda posizione per dormire durante la gravidanza;
  • Funge da supporto durante l’allattamento al seno e l’alimentazione del bambino per prevenire dolori alla schiena o al collo;
  • Può essere usato come cuscino e nido per il bambino;
  • Come supporto per la schiena quando seduti sul divano.

I migliori cuscini per l’allattamento

Il miglior cuscino per l’allattamento è quello che fornisce il perfetto supporto sia al bambino che alla madre, è comodo da usare ed è facile da pulire. Ecco quelli che secondo noi sono ottimi prodotti.

Le misure del cuscino

I cuscini per l’allattamento sono disponibili in diverse misure: i modelli tradizionali a forma di salsiccia, hanno una lunghezza compresa tra 170 e 190 cm. Ma ci sono anche versioni più grandi che arrivano a misurare anche oltre 200 cm, così come modelli più compatti pensati per averli sempre con sé, che sono lunghi circa 130 o 140 cm.

La dimensione migliore è una questione di gusti e dipende dalla corporatura della mamma e dalla posizione che si adotta durante l’allattamento.

L’imbottitura

L’imbottitura è uno dei criteri più importanti nella scelta del cuscino per l’allattamento  perché influisce sulla flessibilità del prodotto, sulla pulizia, sulla durevolezza e sull’igiene. Normalmente, vengono utilizzate le seguenti imbottiture:

  • Perle in EPS: le perle sintetiche in polistirene espanso (EPS) sono leggere, anallergiche, economiche e igieniche perché non trattiene il calore e l’umidità. I cuscini per l’allattamento più economici, in genere sono riempiti con perle che hanno un diametro compreso tra 1,5 e 2,5 mm e producono un suono scoppiettante che può dare fastidio durante l’allattamento o di notte. Meglio se le microsfere hanno una dimensione da 0,5 a 1,5 mm che sono appena udibili.
  • Poliestere: la maggior parte dei cuscini per l’allattamento offre un’imbottitura in poliestere morbido simile al cotone. È molto soffice, silenzioso, igienico e facile da pulire.
  • Le imbottiture naturali come pula di farro, lana vergine o cotone sono stabili e allo stesso tempo si adattano molto bene al corpo. Sono inoltre traspiranti e privi di sostanze nocive. Tuttavia, non sono adatti per un uso a lungo termine in quanto immagazzinano umidità e di conseguenza devono essere arieggiati regolarmente per evitare la formazione di muffa. Un’alternativa igienica e ipoallergenica sono i modelli con imbottitura in kapok.

Cosa cercare in un cuscino da allattamento

Di seguito i fattori da considerare durante la scelta e l’acquisto del cuscino per l’allattamento:

  • Forma e dimensioni: le prime cose da considerare sono sicuramente la forma e la dimensione. L’allattamento al seno può essere scomodo, quindi avrai bisogno di un cuscino che si adatti comodamente al tuo busto. Che si tratti di una forma a C o a U, l’importante è che abbia un design avvolgente per un supporto a 360 gradi.
  • Imbottitura: l’imbottitura ideale non è né troppo morbida né troppo rigida. Il cuscino si deve adattare in modo flessibile al corpo e offrire un supporto adeguato. Il cuscino dovrebbe adattarsi comodamente al busto mantenendo il bambino all’altezza dei capezzoli per facilitare l’allattamento e ridurre lo sforzo sulla schiena.
  • Fodera: la fodera dovrebbe essere lavabile, facile da rimuovere e cambiare. Inoltre deve  essere priva di sostanze nocive perché il bambino ne entrerà in contatto.
  • Lavabile: Rigurgiti, bevande versate…durante l’allattamento possono succedere molte cose, quindi ti consigliamo un cuscino che sia lavabile in lavatrice e con fodera rimovibile.

Come si usa un cuscino per l’allattamento

Se desideri adottare una posizione rilassata durante l’allattamento, dovresti posizionare il cuscino attorno allo stomaco, a forma di ferro di cavallo. Il bimbo deve essere adagiato sul cuscino in modo da essere sdraiato pancia contro pancia con te. Metti il cuscino in modo che il bambino sia il più vicino possibile al tuo petto. In questo modo il piccolo sarà a suo agio durante tutta la durata di allattamento.

Altri articoli ―